I BUONI PROPOSITI DI UN NUOTATORE PER IL NUOVO ANNO

I BUONI PROPOSITI DI UN NUOTATORE PER IL NUOVO ANNO

Caro nuotatore,
come ogni inizio anno si fanno buoni propositi ma la difficoltà sta nel ricordarseli per un lungo periodo e non perderli per strada o, nel nostro caso, in acqua!

Detto questo vediamo se riusciamo a suggerirtene qualcuno dedicato proprio a chi ama la piscina:

  1. Il freddo e il brutto tempo non devono farti desistere! Muoversi è un gesto d’amore verso sé stessi e niente deve ostacolare la buona abitudine di nuotare con costanza
  2. Internet, WhatsApp, Facebook sono delle brutte bestie! Anche se non te ne sei accorto ti hanno “rubato” ore preziose e probabilmente dato la sensazione di non avere più tempo. Non farti ingannare, il tempo c’è sempre basta saperselo ritagliare (e poi le nostre piscine sono aperte dalla mattina presto alla sera tardi quindi non hai proprio scuse)
  3. Ci sono sicuramente degli stili di nuoto che non ti vengono bene e sappiamo che di solito tendi ad evitarli perché troppo faticosi. Un buon proposito è proprio quello di cercare di imparare meglio la tecnica di quel o quegli stili con l’aiuto di un trainer di vasca che ti permetterà di variare stili ed esercizi. Capita spesso che lo stile meno amato, poi, diventi uno di quelli preferiti
  4. Tra una bracciata e l’altra respiri sempre dalla stessa parte? Sforzati di fare esercizi per respirare bilateralmente così da avere delle bracciate più bilanciate e torcere meno il busto sempre dallo stesso lato
  5. Non sai fare i tuffi di partenza? Certo, se non si partecipa a competizioni difficilmente si imparano, ma sapete che carica dà entrare in acqua con un bel tuffo? Chiedi ai nostri trainer in vasca e ti insegneranno l’ABC del tuffo
  6. Vedi gli altri fare le virate a capriola ma non sei capace? Certo, non è molto semplice imparare da adulti ma riuscirci sarebbe una vittoria importante! Ogni volta che vai in piscina fai qualche prova e vedrai che esercitazione dopo esercitazione riuscirai a fare una bella capriola ogni volta che arrivi al bordo
  7. Segna su un quaderno i tuoi allenamenti, quante vasche hai fatto, in che stili, ecc… È un momento di riflessione che aiuta a registrare i tuoi progressi e a trovare la motivazione per tornare di nuovo in piscina
  8. Identifica un amico (fidanzato, fratello, cugino…) da coinvolgere per venire in piscina in compagnia! Se tu sei già un amante del nuoto farai conoscere ad una persona a cui tieni i benefici fisici che derivano da questa attività (e vedrai che poi non smetterà mai di ringraziarti!). Inoltre l’unione fa la forza…anche di volontà! Perché fare movimento in compagnia è sempre più motivante e stimolante.
  9. Dedica 10 minuti finali ad esercizi vari. Battuta di gambe stile o delfino verticale in acqua alta (con o senza pinnette), oscillazione delle braccia, slanci delle gambe per fare gli addominali. Giorno dopo giorno ti meraviglierai dei risultati estetici che potrai raggiungere con questo piccolo investimento di tempo
  10. Allinea il tuo stile di vita ai tuoi obiettivi. Se sei molto bravo, nuoti con regolarità e cerchi ogni volta di migliorare i tuoi tempi oppure il numero di vasche che fai, non trattare male il tuo fisico fuori dall’acqua! Alimentati bene evitando alcool e cibi spazzatura, rimani ben idratato, gestisci il tuo stress quotidiano soprattutto al lavoro. Il tuo corpo ti ringrazierà
  11. Sono anni che ti riprometti di fare un corso sub o di apnea? Quest’anno fai il primo passo…è gratuito! Togliti la curiosità e chiedi al bagnino di fare una prova per capire se questa attività acquatica può piacerti. La piscina è divertente ma variare le attività in acqua lo è ancora di più. Tutte le abilità che si possono acquisire potranno sempre essere una risorsa ma anche una sicurezza, soprattutto al mare!
  12. Mentre nuoti vedi nella corsia di fianco le ragazze che fanno hydrobike, il tapis roulant in acqua e ti sei detta tante volte che vorresti provare? Nessun problema. Non c’è bisogno di impegnarsi per lungo tempo. Ogni lezione è a sé e quindi puoi tranquillamente prenotarne una sola e vedere se l’attività ti piace anche solo per variare l’attività. La varietà di esercizio paga a livello funzionale, mentale ed estetico

 

3 gennaio 2019 / by / in
Comments

Comments are closed here.